Una Madre è come una Rosa che non svanisce mai

La mamma: c’è una persona nella nostra vita che ci ha fatto sentire più amati di lei e che ha maggior diritto di essere festeggiata, ringraziata e celebrata?

Forse non tutti sanno che l’origine di questa festa risale agli anni ‘50 ed è principalmente religiosa. Settant’anni dopo, la avvertiamo come una celebrazione soprattutto umana, che ci accomuna tutti a prescindere dal nostro rapporto con la religione. Perchè la mamma è un bene universale; e quest’anno, uno dei più difficili di questo nuovo secolo, ne abbiamo più che mai bisogno.

E non c’è un’unica espressione di questo bene universale; esso non ha un solo colore. Ogni mamma è un pezzo unico e si esprime a modo suo. Qualcuna ci ha messi all’ingrasso, con manicaretti di ogni tipo, che giungono magicamente a casa nostra serviti in preziosissimi vasetti e contenitori sottovuoto, che guai se non vengono puntualmente restituiti. Qualcun'altra non fa che volteggiare per casa spronandoci ad alzarci dal divano e spegnere Netflix, perché lei, che ha un hobby per ogni stagione ed è più in forma di quanto tu sia mai stato, questo tempo libero lo sfrutta per imparare qualcosa di nuovo. Alcune sono un monumento vivente all’extreme multitasking, tra smartworking e figli che devono frequentare la scuola online; altre invece a casa non le abbiamo proprio viste, perchè ogni giorno sono andate al lavoro anche durante l’emergenza, qualcuna perfino per combatterla, e pur essendo più stanche di prima, trovano sempre il modo per dimostrarti che sei importante, fosse anche una carezza distratta mentre ti passano accanto per raggiungere il letto. E poi ci sono mamme che mamme non sono affatto, ma andrebbero festeggiate come tali. Sono nonne, zie, amiche, colleghe; donne della nostra vita. Che un “come stai oggi?” non manca mai; che ci hanno portato l’uovo di Pasqua restando sulla porta con guanti e mascherina; che a stento messaggiano, ma hanno imparato a videochiamare per continuare a vederci. Mamma è chi si prende cura di noi, a volte anche ruvidamente, ma sempre, inequivocabilmente mossa da puro amore. Un solo giorno all’anno è troppo poco per celebrare questo legame multiforme, ma visto che quel giorno si avvicina, io propongo di sfruttarlo al meglio e celebrare le nostre mamme come meritano, dimostrando loro che sì, ci accorgiamo ogni giorno di quanto sono fondamentali nella nostra vita, anche se non sempre diciamo grazie.